In una terra divenuta celebre in pochissimo per i suoi emblemi di divertimento, e di movida, sono molti a chiedersi Cosa fare in Salento durante la propria vacanza, al di là delle notti di follia e degli splendidi Beach Party.

Se il Salento è diventato famoso per i locali e per le spiagge dei giovani, non significa che le attività si limitino a questo ambito.
Il motto “terra di Sole, di Mare e di Vento” è sinonimo di un paesaggio straordinario, delle spiagge del Salento sono senza eguali, una situazione climatica perfetta per vivere una vacanza all’insegna della scoperta e del relax.

Le sagre, il folkrlore, le città e i borghi del Salento, la natura e i prodotti tipici.
Ecco le cose da fare durante il vostro viaggio di maturità o la vostra vacanza in Salento.

giornata sulle spiagge del salento

Le giornate in Spiaggia per scegliere cosa fare in Salento

Abbiamo detto Relax. E per rilassarsi in Salento i luoghi più indicati sono le spiagge!
Tra Otranto, Ugento, Gallipoli e Leuca potrete trovare qualsiasi tipo di spiaggia cerchiate: dalle lunghe distese di sabbia alle scogliere a picco alle piccole cale rocciose.

Potrete immergervi nella natura più vera dei parchi naturali: Porto Selvaggio, Punta Pizzo, la riserva delle Cesine e le aree protette di Porto Cesareo e Alimini.
Se Porto Selvaggio e la riserva delle Cesine sono l’immagine di una natura intatta,  le spiagge di Alimini, Punta della Suina, Punta Pizzo e Porto Cesareo alternano spazi totalmente naturali a lidi attrezzati e servizi turistici di primo ordine. L’attenzione al paesaggio è però chiaramente dimostrata dalla conformazione dei lidi e dai materiali utilizati per le costruzioni.

Torre Lapillo, Ugento e Gallipoli sono invece le aree dedicate ad un turismo più comune. Qui si sviluppano le maggiori concentrazioni di stabilimenti standardizzati dedicati alle famiglie o ai giovani che cercano qualcosa di più di una semplice giornata immersi nella natura e nella tranquillità.

Luminarie in una sagra salentina.

Cosa fare in Salento tra Tradizioni ed Enogastronomia

Il grande fermento popolare che invade il Salento è una nota tipica che non si può trascurare in un programma di vacanza in Salento.
Tutta la popolazione è coinvolta in un fermento di sagre, feste ed eventi tradizionali che catalizzano le energie dell’ambiente Salentino soprattutto nel periodo estivo.

Ogni sagra ha il suo protagonista: un piatto tipico, una danza, un santo patrono, un’avvenimento storico.

Tra le più importanti Sagre del Salento e feste tradizionali citiamo il Mercatino del Gusto di Maglie, la sagra di Santa Cristina a Gallipoli, quella della Munichedda a Cannole e le feste di Sant’Oronzo a Lecce e San Rocco a Torre Paduli, famosa per la danza delle spade.

La notte della Taranta.

Merita  un capitolo a parte la più importante manifestazione folkloristica del Salento. Si tratta della Notte della Taranta, il festival itinerante di musica tradizionale organizzato dall’associazione omonima che “mira a valorizzare la musica tradizionale salentina attraverso la sua riproposta e la contaminazione con altri linguaggi musicali” [fonte Wikipedia].

La Notte della Taranta fa tappa tra 17 comuni salentini e si conclude con il grande “concertone di Melpignano” che si tiene nel grande spazio antestante l’ex convento degli Agostiniani, nel centro del paese.

La notte della Taranta si svolge così dal 1998 ed il concertone finale è passato ad ospitare dalle 5000 persone della prima edizione alle 200.000 delle ultime due.

Da una manifestazione popolare ad un evento nazionale trasmesso in diretta su Rai 2, che vede ogni anno la partecipazione di autentiche istituzioni della musica come Elisa, Ligabue, Goran Bregovic, Ludovico Einaudi, Mauro Pagani e Stewart Coppeland.

Le Sagre Enogastronomiche

Le sagre di piatti e prodotti tipici sono sul podio del cosa fare in salento.
Ce n’è per tutti i gusti e tutte le passioni.

Le più belle sono quelle dedicate al gusto in generale, che danno un’ampia visuale sulle tradizioni locali e sui piatti tipici del Salento.
Tra queste dobbiamo citate assolutamente il Mercatino del Gusto di Maglie, a nostro modo di veder la più bella iniziativa enogastronomica in Salento d’estate.

Qui avrete la possibilità di assaggiare ognitipo di piatto tipico. Dal cibo di strada alle cene nelle corti, dal vino alla birra fino ai dolci e ai formaggi. Dal 1 al 5 agosto Maglie si trasforma in una Babilonia del gusto salentino tutta da scoprire.

Da non perdere anche il Birra e Sound di Leverano, dedicata alla birra e alla musica che si tiene a Leverano e che ogni anno cresce in numeri e superficie.

I Beach party a Baia Verde

Tra le cose da fare in Salento ce ne sono alcune dalle quali non ci si può sottrarre. Il Beach Party a Baia Verde, la spiaggia che corre a Sud di Gallipoli e da 10 anni è il luogo che ha reso il Viaggio di Maturità a Gallipoli così popolare, è uno di questi.

Il Leggendario Samsara Beach è stato un punto di riferimento di centinaia di migliaia di giovani, insieme allo Zeus e allo Zen e seppure oggi la situazione si sia un po’ calmata per le manovre legali in corso, l’Hype di Baia Verde è sempre molto alto. Nuove realtà che si staccano leggermente dal concetto di Beach Party puro sono nate per regalare le stesse emozioni.

Su queste spicca il Kabana, prodotto Samsara.
Amache e tavolini di legno, una terrazza sulla quale osservare un tramonto senza pari e tutta la crew Samsara per dei pomeriggi infiniti!

A spasso per le Cantine del Salento

Una cosa da fare in Salento è una bella passeggiata tra Negramaro, Primitivo, Aleatico e Fiano. Sono alcuni dei migliori vini del Salento, prodotti che hanno reso questa terra famosa in tutto il mondo.

Alcune zone importanti sono a pochi km da Gallipoli o Otranto, facilmente raggiungibili da chi si trova in vacanza.
Per esempio Nardò, oltre che Doc, così come Alezio, Matino e Copertino.

La patria del Vino salentino è e rimane Manduria, bella città a metà strada tra Lecce e Taranto dalla quale prende il nome la DOCG più famosa: il Primitivo di Manduria.

Entrando a Manduria vi troverete circondati da bellissimi vigneti ad Alberello che producono uve pregiate e ricche che generano un vino corposo, dolce e alcoolico che fa impazzire mezzo mondo.

E poi Squinzano, Salice e le altre DOC del Brindisino, a completare un itinerario unico e senza paragoni.

visitare le cantine e i vini

Le Cantine da visitare

Le Cantine del Salento da segnalare, soprattutto per l’hospitality e l’esperienza di visita sono:

  • Coppola, a Gallipoli
  • Paolo Leo a San Donaci
  • Due Palme, a Cellino san Marco
  • Conti Zecca, a Leverano
  • Consorzio Produttori Manduria a Manduria
  • Cantele, Guagagno
  • Leone De Castris, Salice Salentino

Una menzione va fatta poi alle piccole cantine famigliari che offrono spesso il migliore rapporto qualità prezzo. Tra di esse citiamo Bonsegna e Schola Sarmenti a Nardò e Gianfranco Fino a Manduria.

uno scorcio di Maglie, uno dei borghi messapici

Un giro tra la storia e i paesi Messapici

I Messapi sono il popolo che abitò il Salento prima dei Greci, a partire dal Sesto Secolo A.C. e le cui testimonianze si ritrovano oggi nei tanti siti archeologici e nelle tradizioni popolari.
Soprattutto l’impianto urbanistico di molti centri  è rimasto intatto e per questo i paesi Messapici sono meta di itinerari tra storia e archietture di pregio.

Alcune delle maggiori città messapiche si trovano vicine ai centri turistici più importanti: Alezio, Ugento e Nardò, ìdistano davvero poco da Gallipoli e dalla famosa zona balneare delle Maldive del Salento.

Chi invece trascorre la sua vacnza in Salento sulla costa adriatica sarà più comodo a raggiungere Otranto, Castro e Rocavecchia.

Pochi chilometri verso l’entroterra e si raggiungono anche Manduria, Muro Leccese, Soleto e San Pancrazio Salentino.
Alcuni di questi paesi sono anche importanti centri vitivinicoli: l’occasione giusta per unire il gusto e la storia di questa incredibile terra.

gita in barca tra le grotte di Leuca

In Barca tra le scogliere e le grotte di Santa Maria di Leuca

La zona di Santa Maria di Leuca è famosa per le sue coste frastagliate e per le sue scogliere a picco. Proprio qui si può ammirare uno dei più bei paesaggi del Salento, fatto di rocce bianche che incontrano il mare e grotte che si susseguono dentro e fuori dall’acqua.

Vi basterà prendere una piccola barca o partecipare ad una delle escursioni giornaliere che si organizzano a Leuca per godere del paesaggio ineguagliabile e per vivere un emozionante tramonto proprio nel punto più orientale d’Italia.

Tuffarsi dalla barca ed esplorare le grotte ricche di pesci e di splendidi riflessi sarà l’attività principale della giornata.
Le grotte sono 13: 6 a Ponente e 7 ad Oriente. Non ve ne facciamo una classifica, ma non perdete la più famosa, quella delle Tre porte e la Grotta dei Giganti, profonda ben 120 metri.

Proprio in questo fantastico ambiente e tra le grotte College organizza il suo famoso e fantastico Boat Party durante i Viaggi di Maturità in Salento.

Cosa fare in Salento? Di certo una notte in discoteca.

Lasciatevi andare, dimenticate i limiti e buttatevi in pista. Qui esiste una sola regola: Fare casino!

Il Salento è ricchissimo di discoteche che seguono le tendenze e spesso le dettano, locali in grado di regalare emozioni e in cui si vive un’atmosfera davvero speciale.

A Gallipoli spiccano due discoteche: la Praja, a Baia Verde, aperto tutti i giorni e punto d’incontro della movida Salentina. Ogni notte ospiti e serate a tema per una programmazione incredibile.

Il Riobò di Gallipoli è invece un locale storico. Palco da festival, un’animazione incredibile e un successo sempre garantito!

Nella zona Adriatica, invece, ci sono il Bahia di Otranto e il leggendario Blu Bay.
Quest’ultimo è davvero magico, incastrato su una collina che domina il golfo di Castro e ricco di energia e carica. È il locale che resta nel cuore dei ragazzi che scelgono il Viaggio di Maturità in Salento College.

tramonto in Salento

Tra le Albe e i Tramonti più belli d’Italia.

Il Salento è l’antica Messapia, ovvero la “terra tra i due mari” e proprio questa conformazione geografica consente di vedere dal mare sia l’alba che il tramonto.
L’alba si guarda ovviamente ad Est, e uno dei luoghi più belli per vederli è proprio il punto più orientale d’Italia, Otranto, dove si vede la prima alba del bel Paese.

Anche dopo una notte di follia sulla collina del Blu Bay si vedono albe meravigliose, affacciandosi alla terrazza che da sul golfo.

Il Tramonto invece è a Ovest, sullo Jonio. Ed è proprio il tramonto di Gallipoli uno dei punti di forza e una particolarità che ha reso Baia Verde un luogo speciale.
Ballare sulla sabbia aspettando questo momento così magico è qualcosa di incomparabile.