Le Vacanze in Salento sono diventate, negli ultimi 10 anni, una tradizione per molti ragazzi che organizzano qui il loro Viaggio di Maturità o la loro Estate per Giovani.

L’attrazione delle Località, dei locali e delle Spiagge del Salento è fortissima e, come una calamita, attira decine di migliaia di ragazzi. Dai giovanissimi che arrivano per il Viaggio di Maturità ai più adulti e agli universitari che si regalano una settimana di relax tra esami e lavoro, affidandosi spesso alle agenzie di Viaggi Giovani.

Quando si legge “Salento” non vengono in mente le scene di delirio assoluto di Zante, nè la Nightlife non stop che si può trovare nelle vacanze a Pag. Il Salento è il sole che scalda il cuore, il mare di cristallo e il vento di emozioni. Questo è quello che calamita i viaggi giovani di mezza Italia qui.

Ecco una Guida sul Salento per sapere tutto quello che serve per l’organizzazione delle vostre Vacanze per Giovani.

Georafia

Il Salento è la regione che si identifica nel “tacco” dello stivale Italiano. Essa comprende la provincia di Lecce nella sua interezza, la parte orientale della provincia di Taranto e quella meridionale del Brindisino

Il Famoso scienziato Cosimo De Giorgi lo definì nel 1889 con queste parole:

«Terra tra i due mari Adriatico e Ionio partendo da una linea condotta dal punto più interno del golfo di Taranto fino alla contrada del Pilone a nord di Ostuni»

 

Il Paesaggio

Ci sono molti tratti tipici nel paesaggio del Salento.

Il primo è l’agro salentino, coltivato con distese di Ulivi secolari i cui tronchi contorti e le dimensioni imponenti sono una peculiarità del territorio.

Le Costruzioni

La pietra è storicamente un materiale fondamentale per la costruzione. Ed ecco il secondo tratto tipico: i trulli, i furnieḍḍi, le pajare, ovvero le tipiche  strutture agricole che si trovano disseminate in ogni appezzamento terriero.
Sempre di pietra sono le meravigliose e tipiche torri costiere, costruite per avvistamento in difesa dagli attacchi di pirati.

Le grandi cascine padronali, invece, prendono il nome e la forma origina delle delle masserie. Esse risalgono a periodi storici diversi tra il XVI e il XVIII secolo.
I paesi e le città sono poi disseminate dalle cuneddhre, edicole votive raffiguranti il Santo Patrono. Qui la devozione ai Santi è importantissima e fonte di grandi eventi di cui parleremo in seguito.

Trullo - Salento

I colori del Salento

Terza prerogativa è la terra caratterizzata da un colore rosso acceso dovuto all’elevata presenza di ferro.
Il mare, invece, al quarta ma non ultima caratteristica, prende toni scuri se osservato dalla zona Adratica, mentre ha tinte più varie e sfumate dal verde al celeste, se osservato nelle spiagge sabbiose della costa Jonca.

Il Clima del Salento

Rispetto al resto della Puglia il clima del Salento è più umido, a causa dell’assenza della protezione appenninica dai venti umidi. Ecco perchè il Salento oltre ad essere terra di Sole e di Mare, è anche terra del Vento.

L’umidità porta piogge più elevate rispetto ad altre zone della Puglia, specie nella zona Adriatica.
L’estate è molto afosa, ma la presenza del vento costante, a volte eccessivo, dà sollievo.

In inverno si assiste spesso ad una situazione mite, ma se spirano venti da nord-est provenienti dai Balcani non è raro che le temperature si abbassino tantissimo e si assista anche a gelate o nevicate.

Dove andare in Salento

Il Salento è un autentico paradiso, un luogo dove la natura e il divertimento si incontrano e si abbracciano in una simbiosi perfetta di rispetto reciproco e di valorizzazione.

Nelle Vacanze in Salento è opportuno munirsi di un mezzo di trasporto e prepararsi a girare!
Sono tantissimi i luoghi da vedere e visitare, le spiagge da vivere e le opere da ammirare.
Il Salento sono le persone che ti guardano e ti accolgono come un fratello, quelle che ti rapiscono nelle loro tradizioni e ti colpiscono con la loro frenesia.
Il salento sono i tramonti, i piedi affossati nella sabbia, i locali più belli scavati nella roccia o che si tuffano nel mare; sono le pietre dei trulli, la pizzica e le sagre tradizionali.

E per vivere tutto ciò non resta che muoversi, ogni giorno e ogni sera.

Le città più importanti del Salento

Particolare Barocco a Lecce - Salento

Lecce

E’ conosciuta come  la Firenze del sud, e questo paragone non è eccessivo.
Il capoluogo del Salento, denota le sue radici messapiche nelle architetture e nei colori.

Il comune denominatore di Lecce è il suo barocco che contraddistingue portali, palazzi, festoni e Chiese. Queste ultime sono tante  e si trovano sia su piazze, sia in piccoli vicoli, incastrate tra gli edifici.
Per l’accesso alla città si passa da Porta Napoli, Porta Rudiae, Porta San Biagio. Le facciate di morbida Pietra Leccese catturano subito il cuore. E’ la morbidezza della Pietra Leccese il segreto del Barocco Salentino. Infatti, grazie a questa peculiarità, l’arte scultorea risulta così raffinata.

Forse il più bell’esempio di Scultura Leccese è la facciata della Basilica di Santa Croce.

Da non perdere piazza del Duomo, l’annesso vescovato, il castello di Carlo V e Piazza Sant’Oronzo, dove si trovano la stele del Santo e l’Anfiteatro Romano.

Duomo di Gallipoli - Salento

Gallipoli

E’ la capitale della nightlife estiva in Italia.
Gallipoli significa Città Bella, ed è sita a 40 km a sud di Lecce, sulla costa Jonica.
La città vecchia è interamente edificato su una piccola isola collegata alla terra con un ponte che collega il Porto all’antico Castello Angioino. E’ proprio questa la prima struttura che si incontra entrando a Gallipoli e percorrendo le antiche mura della città che un tempo difendevano dagli invasori, oggi dalle mareggiate più violente.
Il centro storico è tempestato di negozi e bancarelle che si affacciano sulle stradine lastricate. Vale la pena passare qualche minuto al mercato del pesce, dove ogni giorno prende vita l’asta per il pescato. Addentrandosi nel centro, si raggiunge il Duomo, mentre ad annunciare la città antica, prima del ponte si trova la Fontana Greca.

Rosone del Duomo di Otranto

Otranto

Otranto si arrocca su un ammasso roccioso a picco sul mare, sul litorale orientale del Salento, a 45 KM a SE di Lecce.
Il Borgo Antico di Otranto è un Patrimonio dell’UNESCO e conserva degli scorci che tolgono letteralmente il fiato.

La Porta Alfonsina dà il benvenuto a chi entra nelle antiche mura della città vecchia: l’ambiente, specialmente di sera è magico. La pietra Leccese che compone queste mura riflette la luce gialla dando a tutto un calore incredibile.
Percorrendo gli stretti vicoli del centro lastricati di pietre antiche, si giunge al Castello Aragonese e alla Cattedrale d’Otranto.

Le piazze e i vicoli di Otranto sono costellati di negozi, bar, enoteche, gastronomie e ristoranti dove avrete l’imbarazzo della scelta.

Piazza Aldo Moro - Maglie - Salento

Maglie

Maglie è situata nel centro del Salento: 16 Km da Otranto, 20 da Gallipoli e 30 da Lecce.
E’ considerao il Salotto Salentino dello shopping perchè nel borgo antico si trovano numerose boutique di marchi celebri.
Il centro è un susseguirsi di palazzi e chiese, e ha come fulcro di vita la Piazza Aldo Moro, famoso statista nato proprio a Maglie.

Il Museo l’Alca della preistoria di Maglie è una delle peculiarità della città. La sua collocazione a Maglie è dovuta alla presenza, nel circondario, di numerosi Menhir, Dolmen e siti archeologici preistorici.

La realtà che, probabilmente più di tutte attrae ogni anno decine di migliaia di persone durante le Vacanze in Salento è il Mercatino del Gusto di Maglie che la rende, per 5 giorni, il paradiso dei sapori. Ogni anno dal 1 al 5 Agosto.

Leuca - Faro - Salento

Santa Maria di Leuca

E’ il punto d’unione tra Adriatico e Jonio: qui i due mari si mescolano tra Punta Ristola e Punta Meliso.

Leuca deriva dal greco “leucos” e significa Bianco. Questo nome è legato alla presenza, nella zona, di tantissime rocce calcaree che danno appunto all’intorno la tipica colorazione candida.
Su Punta Meliso è celebre il Faro, uno dei più importanti d’Italia, dal quale si domina il borgo. Subito ai piedi del faro sorge la Basilica di Santa Maria de Finibus Terrae, accanto alla quale la cascata monumentale di Leuca, segna il termine dell’Acquedotto di Puglia.

Il lungomare è invece il teatro di ville liberty e palazzi signorili, fatte di stravaganze, fregi e fantasie.
Il litorale è frastagliato e ricco di affascinanti grotte naturali che sono attrazione primaria di gite in barca e amanti del diving.

Arte in Salento

Il Salento è una terra antica e ricca di patrimoni storici e culturali. Nell’antica Grecia il Salento era la Messapia, e di questa storia si porta ancora addosso tanta tradizione.
Di quell’epoca è rimasto tantissimo, soprattutto a Taranto e a Lecce, dove sono visibili siti archeologici e teatri. Con lo sviluppo di Roma il porto di Brindisi divenne molto importante e la città, attorno ad esso, ebbe un grande sviluppo. A Brindisi morì Virgilio, durante un viaggio verso la Grecia.

I siti importanti sono poi Lecce, Gallipoli, Ostuni, Maglie, il Borgo antico di Taranto, Galatina, Melpignano, Francavilla, Nardò, Otrano e molti altri. Qui si trovano esempi di borghi medievali, chiese Romaniche e Barocche, castelli e fortificazioni. Ogni volta che si alzano gli occhi si ha di fronte un riassunto completo della storia artistica salentina. A cielo aperto.

Le spiagge del Salento

Ve ne sono davvero di tutti i tipi! Quelle ampie con sabbia fine e fondali che scendono lentamente si intervallano con coste rocciose, grotte e strapiombi. Il luogo ideale per vivere al meglio il mare, in tutte le sue forme, è proprio il Salento!

Baia Verde – Gallipoli – Costa Jonica

E’ la spiaggia giovane per eccellenza in Italia! Questa striscia di sabbia lunga circa 2 km si stende dal Lido San Giovanni, la famosa Rotonda sul Mare, fino all’inizio dell’Area Protetta di Punta della Suina.

La sabbia è morbida, fine e bianca, e all’estremità della spiaggia si formano delle caratteristiche Dune.
Sono decine i lidi che si sviluppano su questa spiaggia, ma i più famosi sono quelli dedicati al pubblico delle Vacanze per Giovani che hanno reso celebre negli anni questa spiaggia.
Zen, Zeus, ma soprattutto il Samsara Beach di Gallipoli, vero traino dei Viaggi Giovani a Gallipoli.

Spiaggia Punta Prosciutto - Salento

Punta Prosciutto – Gallipoli – Costa Jonica

Punta Prosciutto è una spiaggia stupenda, situata a nord di Porto Cesareo e premiata da Legambiente con le Tre Vele.
Il tratto di Costa sorge a ridosso del confine tra le provincie di Lecce e Taranto, ed è soggetta a riserva naturale.
Gli stabilimenti balneari sono pochi e sparsi e questo permette di trovare ancora una spiaggia selvaggia, naturale e quasi incontaminata. La tranquillità di questo luogo è toccata solo dall’affollamento di un turismo sempre crescente, seppur educato e rispettoso.

Il fondale è basso, l’acqua è cristallina e il mare spesso è caldo. La sabbia bianca è finissima e soffice, e si staglia verso il mare a partire da una folta macchia mediterranea.
Tutto ciò rende Punta Prosciutto la spiaggia perfetta per una giornata di relax tra lunghe nuotate e passeggiate infinite sulla sabbia. Vi parrà di stare per un giorno ai Caraibi, anche se sarete in Salento.

Spiaggia di Alimini - Salento

Alimini – Otranto – Costa Adriatica

La spiaggia di Alimini si trova a Nord della Baia dei Turchi e divide, insieme alla pineta, i Laghi Alimini dal mare.
una bellissima spiaggia, lunga e profonda dove si trovano lidi attrezzati e molte attività per giovani e famiglie.
Caratteristica della spiaggia di Alimini è la pineta che si sviluppa fino al margine della spiaggia, fatta di pini marittimi alti e fitti.
Inoltre la spiaggia è molto ventilata, e questo fa si che, spesso, si trovino delle bellissime onde tra le quali giocare nei bassi fondali.

Spiaggia di Baia dei Turchi - Salento

Baia dei Turchi – Otranto – Costa Adriatica

Un altro angolo di Paradiso in Salento è la Baia dei Turchi. Prende questo nome perchè secondo la leggenda è la spiaggia in cui sbarcarono i turchi invasori nel XV secolo ed è incastonata nella roccia, sormontata dalla tipica macchia mediterranea e circondata da una bellissima pineta, la stessa che incornicia la spiaggia di Alimini.

La spiaggia è bandiera blu e ha ben 5 vele di Legambiente. Una delle poche in Italia, e a Nord si congiunge, baia dopo baia, con la spiaggia di Alimini, appunto.
Il lido presente occupa molto spazio, ma si trova posto anche nella spiaggia libera.

Torre dell'Orso - Lecce - Salento

Torre dell’Orso – Lecce – Costa Adriatica

Racchiusa tra la vedetta diroccata e la pittoresca falesia di San Cristoforo, la baia di Torre dell’Orso sorge nel comune di Melendugno ed è insignita della Bandiera blu e delle 5 vele di Legambiente.

Si estende tra una vedetta diroccata e la falesia di San Cristoforo, è lunga 900 metri e ha la forma di un semi arco.
E’ fitta di stabilimenti balneari alle spalle dei quali si sviluppa una bella e caratteristica scogliera oltre cui si sviluppa un ambiente di pineta.

Bagnata dall’acqua cristallina color turchese, la sabbia bianca e finissima viene presa d’assalto d’estate, soprattutto dai giovani e dalle famiglie.
Guardando il mare, sulla sinistra, sorgono le Due Sorelle, popolare immagine del Salento composta da due scogli isolati. Due Sorelle perchè per laeggenda, quando esse presero il mare nella tempesta e non riuscirono più a tornare a riva, gli dei le trasformarono in due scogli eterni.

Torre Lapillo - Salento

Torre Lapillo – Porto Cesareo – Costa Jonica

Pensare a 4 km di sabbia bianca e finissima senza farsi venire in mente i paradisi tropicali sembra impossibile.
Invece tutto ciò esiste e si trova in Salento.
Torre lapillo è una delle spiagge di Porto Cesareo, la più meridionale, e vanta le sue tre vele di Legambiente.
Tanti lidi attrezzati si alternano alle lunghe spiagge libere che consentono a tutti di godere di questa meraviglia.
L’acqua presenta sfumature smeraldo e i fondali sono bassi e sabbiosi, adatti sia ai bambini, sia a tutte le attività dei Viaggi Giovani. E’ infatti normale vedere ragazzi che giocano a beach volley piuttosto che a racchettoni o a palla in acqua.

Spiaggia Le Dune - Salento

Le Dune – Porto Cesareo – Costa Jonica

La spiaggia delle Dune di Porto Cesareo è la più centrale del paese e, di conseguenza, la più popolata.
Sorgono qui diversi lidi tra cui i più importanti per i Viaggi Giovani sono il Tabù, l’Hookipa e la Bahia del Sol, dove ogni giorno la musica e i Beach Party animano i ragazzi che si sono concessi, prima, una giornata di mare.
Fondale basso, servizi di primo ordine e un mare da cartolina: ecco come si presenta la Spiaggia delle Dune!

Spiaggia Maldive del Salento

Maldive del Salento – Marina di Pescoluse – Costa Jonica

Si tratta probabilmente della spiaggia più famosa del Salento, ma non per forza della più bella.
Quella che un tempo era infatti una lunga e profondissima lingua di sabbia incontaminata dove solo un lido poteva vantare la presenza e l’esercizio, oggi, a causa delle correnti marine, si è ridotta di alcune decine di metri. Ne consegue che, specie in alta stagione, la situazione di affollamento è quasi invivibile e rende fastidioso passare una giornata qui.

Oggi, oltre al lido Maldive del Salento è stata realizzata una bellissima struttura balneare che si affaccia alla spiaggia. Vasche a idromassaggio, gazebi imperiali, ristorante e tutto quello che serve per una giornata di lusso on the beach.

Tramonto a Punta della Suina - Salento

Punta della Suina – Gallipoli – Costa Jonica.

Non si è mai nascosta la predilezione del nostro Blog per Punta della Suina. Il perchè si spiega in poche righe.
E’ l’unica spiaggia che unisce in un solo luogo tutto lo splendore delle migliori spiagge del Salento: il mare dai colori eccezionali, la sabbia finissima, i fondali bassi, una scogliera rocciosa e una pineta che regala ombra e ristoro.

Il lido che fa capo a Punta della Suina è poi un autentico spettacolo. Cocktail tropicali con frutta sempre freschissima e un ambiente completamente in legno che, grazie alla sua terrazza coperta, regala ristoro ai bagnanti.

Parco di Porto Selvaggio - Salento

Porto Selvaggio – Nardò – Costa Jonica

La spiaggia di Porto Selvaggio si trova nella riserva naturale omonima, nel comune di Nardò. La zona di costa compresa nella riserva è quella che va dalla Torre Alta che divide il parco da Santa Caterina, fino alla grotta di Torre Uluzzo.
Oltre alla zona costiera la riserva è composta da 1000 ettari di parco, soprattutto pineta marittima secolare, dove non è possibile entrare in auto. Ecco che per raggiungere la spiaggia di Porto Selvaggio è necessario percorrere circa 2 km tra sentieri sterrati e gradini. Ma ne vale la pena!

spiaggia di torre mozza - Salento

Torre Mozza – Ugento – Costa Jonica

Attorno a Torre Mozza si sviluppa uno dei più importanti litorali del Salento. Una spiaggia lunga, profonda e attrezzatissima, fatta di sabbia finissima e morbida. Il mare di cristallo si mantiene basso per decine e decine di metri e il litorale è omogeneo e agevole.
Un susseguirsi di lidi e servizi, da Torre San Giovanni fino alla Marina di Ugento, dove trovare tutto quello di cui si ha bisogno. Una giornata di mare ideale per chi è in Viaggio di Maturità in Salento.

  • Leggi anche: Le 5 migliori spiagge delle tue Vacanze in Salento

 

Pasticciotto Leccese - Cibo tipico Salento

Mangiare in Salento

Se si pensa ad un luogo dove il cibo è speciale, vario e ottimo,  è proprio il Salento.
Durante le Vacanze in Salento potrete divertirvi a costruire un vero tour enogastronomico che vi porterà a non mangiare mai, per una settimana, lo stesso piatto. Ma quali sono i piatti tipici? Per questo vi rimandiamo a

  • Piatti tipici del Salento – I Consigli di COLLEGE

Qui ci limitiamo ad alcuni suggerimenti generali.

Carne e Pesce

Indubbiamente da provare è la carne: pezzetti di cavallo, polpette e bombette sono delle vere prelibatezze. Il pesce, ovviamente è al centro dell’attenzione. Il Polipo alla Gallipolina è una vera specialità, ma vi sono moltissimi altri piatti di pesce legati alle tradizioni dei diversi borghi.

Prodotti da Farina

Il pane ha mille sfaccettature: si va dalla Puccia, impastata con le olive, alla friseddha, da consumare previa immersione in acqua condita con verdure e tonno. Non si fanno in forno, invece le Pittule, palline di impasto di pane condito con varie essenze e poi fritto. Al pane si associa la rosticceria di cui il rustico leccese è padrone assoluto.

I Dolci

I veri padroni del forno sono però i dolci. Su tutti spicca il simbolo del Salento, il Pasticciotto Leccese. Si tratta di una pasta biscottata ripiena di crema, amarena, cioccolato o pistacchio. Altro dolce tipico è lo Spumone, un gelato con biscotto morbido che fa davvero impazzire!

Particolare e degno di candidatura al riconoscimento di prodotto DOP è il Biscotto Cegliese, fatto con impasto di mandorla.

bottiglie di vino tipico salento

 

I Vini Salentini

Il solo pensiero che fino a una ventina di anni fa il Vino del Salento era esportato in grandi autobotti per fare da “taglio” al vino francese, mette i brividi.
Ci troviamo infatti di fronte ad una delle più ricche regioni vitivinicole italiane, capace di produrre bianchi eccellenti e rossi da capogiro.

Vini Bianchi del Salento

Tra i Bianchi i più noti sono lo Chardonnay, la Malvasia e il Fiano. Tutti quanti prodotti soprattutto nelle zone dell’entroterra a nord della regione, si caratterizzano con una grande aromaticità dovuta ai terreni e al sole persistente.

Vini Rossi del Salento

I rossi sono corposi e ideali per chi ama i vini persistenti e di alto grado.
Il principe dei vini salentini è il Primitivo di Manduria che si produce, appunto, nella zona attorno al paese di Manduria. Da non trascurare anche il Negramaro, vitigno autoctono che sviluppa una grande forza che però viene mitigata da toni più fruttati. E’ adatto alla vinificazione in Rosato.

Alcune particolarità della viticultura Salentina

Negli anni l’evoluzione del vino salentino si è portato ben oltre la tipica vinificazione in rosso.
I rossi sono corposi e forti, poco adatti ad un consumo quotidiano. E la tradizione contadina del luogo necessita di un vino “da merenda”, che si potesse bere sotto gli alberi, all’ombra, durante le pause dal lavoro.
Per far fronte a questa necessità molti iniziarono a vinificare il rosato, utilizzando uve di negramaro, ovvero del vitigno più “leggero” della zona. Questo è il motivo che spinge molti salentini, ancora oggi, a impazzire per i vini rosati.

Altro motivo, legato al business e alla moda, quello che, invece, ha portato le cantine salentine a produrre, negli ultimi anni, spumanti. Sia il metodo Charmat che lo Champenoise, sono ormai diffusi nel Salento per la produzione di Bolle, tutto sommato discrete anche se ancora lontane dalla qualità di altre zone d’Italia.

Approfondimenti

Molti altri ancora sono i vini Salentini e i loro blend, che specificheremo nell’articolo:

  • Il Vino del Salento: un tour enogastronomico nel Tacco d’Italia.

Eventi del Salento

Festa, Musica e Divertimento sono tra le parole d’ordine della cultura salentina. Ecco perchè durante l’estate ci sono decine di eventi musicali, culturali e gastronomici disseminati per i mille paesi e, spesso, legati alle sagre.

Tra i più importanti citiamo i concerti organizzati dal Gruppo Parco Gondar che, dopo la chiusura della storica location dietro lo stadio di Gallipoli, ha iniziato un’attività itinerante che, nel 2018, ha visto come centro nevralgico Marina di Mancaversa. Sempre in chiave commerciale Il tour di Bar Italia è un altro format che, in Salento, fa saltare e ballare le piazze durante tutta l’estate.

Ma l’evento con la E maiuscola del Salento è il Tour della Notte della Taranta: 16 tappe in giro per i paesi messapici del salento che culminano con il “Concertone” di Melpignano, dove ogni anno un ospite viene chiamato al ruolo di Maestro Concertatore, ovvero di arrangiatore e direttore artistico.

Luminarie del Salento

 

Sagre e feste tipiche

La cultura delle tradizioni è al centro della vita del popolo Salentino. Ecco perchè sono sentite come in poche altre regioni, le feste storiche, e patronali del Salento.
Ogni paese ha la sua o le sue feste, dedicate al santo patrono, al piatto tipico, ai momenti della vita agreste e a molto altro.

Tra le più importanti si devono citare la sagra della Municeddha, a Cannole, quella della Patata a Felline o quella dei sapori di Mare di Leuca.
Sant’Oronzo a Lecce, Santa Cristina a Gallipoli e la Santa Maria della Neve di Otranto sono invece tra le maggiori per quanto riguarda le sagre patronali.

Durante le sagre il format vincente è più o meno sempre quello. Spettacolo di Luminarie, bancarelle con cibo tipico e vino, tanta musica e soprattutto tanta voglia di stare insieme.

Discoteche del Salento

Si sa: il Salento è l’Ibiza d’Italia, pertanto deve essere alta la sua tradizione di locali e discoteche. Infatti così è: in Salento vi sono decine di locali più o meno antichi, grandi e famosi, in grado di garantire notti di follia a tutti i ragazzi in Viaggio di Maturità.

Di seguito indichiamo le principali e vi lasciamo all’articolo:

  • Le discoteche del Salento

per un approfondimento maggiore.

Riobò - Gallipoli - Salento

 

Il Riobò di Gallipoli

Tra le discoteche italiane è un’istituzione. Aperto da Giugno a settembre regala emozioni a centinaia di migliaia di Giovani durante le Vacanze a Gallipoli.
La linea artistica è diversificata in relazione alle serate.
Il sabato è dedicato all’house storica con DJ di fama internazionale tra cui David Morales, Hector Romero o Riva Starr.

Il Venerdì è la notte del Samsara Beach on Tour con tutto lo staff della spiaggia più famosa d’Italia ad animare la dancefloor

Il Giovedi la scena è per ospiti più commerciali come Cristian Marchi o Joe t. Vanelli, mentre il Mercoledì, al Riobò, balla la senorita: è infatti resident lo staff di Mamacita.

La serata più famosa è quella più pazza e dedicata a tutti i ragazzi, e non solo, in Vacanza a Gallipoli. Il Martedì del Villaggio è la serata del Salento. Quella che, proprio, non si può perdere.

Blu Bay Discoteca - Salento

 

Il Blu Bay di Castro

Arroccato su una collina, all’interno di una vecchia cava, il Blu Bay è la discoteca preferita da tutti i ragazzi che hanno viaggiato con i Viaggi Evento College in Salento.

L’ambiente è ricercato, ma che nel contempo ti fa sentire a casa, i tavoli disposti ad arena attorno alla pista e la vastità di spazi che permettono a tutti di stare comodi e larghi, rende questa location uno dei locali più belli d’Italia.

Il Giovedì Blu Bay è dedicato ad un pubblico giovane, e propone il set di Osvaldo dell’Anna, resident DJ anche del Martedi Riobò. Si spazia dall’EDM alla musica italiana, per un Viaggio musicale senza fine.
Il sabato i prezzi si alzano e la selezione è un muro. Pubblico adulto e situazione musicale più house per una serata da brividi.

A queste due serate storiche si aggiungono le special night con ospiti da capogiro come Alesso, Luciano e molti altri.

Praja - Gallipoli - Salento

 

La Praja – Gallipoli

E’ la discoteca di Baia Verde, luogo in cui le migliaia di turisti che popolano il polmone giovane di Gallipoli si riversano ogni notte. La direzione è tendenzialmente commerciale con ospiti EDM, Dance, ma anche legati al mondo dello spettacolo.

Da Merk e Kremont a DJ Antoine, da Michael Feiner alle Nervo. Tutti i più grandi hanno toccato la console della Praja per regalare ai ragazzi delle Vacanze a Gallipoli indimenticabili.

Praja: tappa obbligata del Viaggio di Maturità a Gallipoli.

Esperienze tipiche in Salento

Oltre alle cene tipiche e alle sagre, il Salento offre altre esperienze intrinseche della cultura e della tradizione locali.

In Primis la danza tipica: la Pizzica! Una notte di balli sfrenati al ritmo dei tamburi è obbligatoria per tutti coloro che scelgono le Vacanze in Salento.
Un’altra tipicità della tradizione sono gli spettacoli di Luminarie. Quest’arte è ancora molto sentita e praticata in Salento e ogni occasione è buona per uno spettacolo incredibile!

La natura e il territorio offrono emozioni uniche. In Salento infatti si ammira la Prima alba d’Italia. Il faro della Palascìa di Otranto è il punto più ad Est d’Italia, pertanto qui l’alba arriva prima

Particolari anche le Cave di Bauxite, nei pressi di Otranto. I colori che si ammirano sono veramente speciali: si va dal Rosso acceso delle rocce, fino al Verde Smeraldo del laghetto. Una vera opera d’arte naturale.

Come arrivare in Salento

Il Salento si raggiunge in ogni modo da tutta Italia.
La scelta del mezzo ideale dipende dal periodo. Se si parte fuori stagione il consiglio cade sull’aereo low cost fino a Bari o Brindisi, dove poi affittare un’auto per girare in lungo e in largo.
Durante la stagione i voli sono proibitivi. Meglio pensare ad un lungo viaggio in auto oppure al Treno che porta fino a Lecce, dove poi è possibile noleggiare, appunto un’auto.

Il Salento senza auto

Dimenticate di andare in Salento affidandovi a mezzi pubblici! I mezzi sono imbarazzanti e l’organizzazione di essi è pessima! Se si vuole vivere il Salento è necessario un mezzo indipendente, e le distanze da percorrere sono elevate, quindi anche i motorini sono sconsigliati.

Se volete invece un Viaggio di Maturità o una Vacanza per ragazzi minorenni, ma non volete o potete affittare l’auto non vi resta che andare sulla pagina Viaggio di Maturità a Gallipoli – Salento e prenotare il nostro!
Zero pensieri, le migliori spiagge, i migliori eventi e i migliori locali. Il tutto con un BUS che vi porta in giro sani e salvi per tutto il tempo!

Castello di Otranto - Salento

 

Dove dormire e soggiornare in Salento

  • Zone per famiglie

Per soggiornare con la Famiglia il consiglio cade su uno dei numerosi villaggi della zona di Alimini, dove le strutture sono adatte ai bambini e dotate di animazione e mini club, oltre che del servizio spiaggia.
Se preferite appartamenti, il consiglio è di portarvi verso Ugento, dove le marine sono tranquille, non ci sono troppi giovani e le spiagge in sabbia infinite sono perfette per divertirsi nei lunghi pomeriggi.

  • Zone per adulti

Che siate soli, con amici, o in coppia la sistemazione più bella per un adulto è la Masseria. Vivere una settimana in una antica masseria o, magari, in un annesso trullo, tra spa, natura e serenità è qualcosa di impagabile.

Se invece preferite la vita da città, il consiglio è di vertere su Otranto. Signorile, affascinante e soprattutto ricca di prelibatezze artistiche ma anche turistiche. Zone di lusso si alternano a lidi e locali chic, frequentati da gente giusta!

  • Zone per giovani

La patria dei Giovani, in Salento, è Gallipoli! Qui potrete trovare tutto quello che serve a chiunque di voi stia vivendo un Viaggio di Maturità o un Viaggio universitario.
Discoteche, spiagge, belle ragazze e bar aperti fino a tardi. Una vacanza a tutto tondo.
Il problema: Gallipoli è cara e scarsamente dotata di servizi e parcheggi.
Molti pertanto preferiscono dormire nelle vicine Sannicola, Mancaversa ed Alezio, per essere vicini a tutte le attrazioni, ma spendere poco ed essere tranquilli di notte.

Se non cercate la movida 7/7 allora il consiglio è Porto Cesareo, a 25km da Gallipoli. Qui potrete raggiungere comunque con facilità l’Ibiza d’Italia, soggiornando in un luogo molti vivo, ma non così caotico come, appunto, il centro di Gallipoli.

 

 

 

 

Post recenti
sidari - Canal d Amour - viaggio di maturità a corfùviaggio di maturita gallipoli-viaggi giovani vacanze a gallipoli samsara beach on tour party