Offerta Capodanno in Montagna - viaggi per giovani

Gita Scolastica: il primo viaggio per giovani

La Gita Scolastica o viaggio d’istruzione o gita di classe

Non ci sono dubbi sul fatto che la Gita Scolastica, viaggio d’istruzione o gita di classe, chiamatela come volete, sia il primo viaggio per giovani che sia stato inventato.
Il viaggio d’istruzione viene introdotto nella legislatura scolastica con la finalità di integrare il normale percorso scolastico con un’esperienza che stimoli gli studenti sia dal punto di vista di accrescimento e sviluppo della personalità e della cultura, sia dal punto di vista della specifica conoscenza di nozioni legate al percorso di studi.
Stiamo parlando pertanto di un viaggio per giovani che voglia regalare loro un momento di crescita. La crescita di cui ogni studente italiano ha bisogno e che sappiamo perfettamente non può gravitare intorno ad un semplice banco di scuola.
Le finalità per cui la legge ha introdotto i viaggi d’istruzione e le gite scolastiche è sicuramente leggibile in più modi, anche a seconda degli interessi di chi legge.
Noi la interpretiamo a modo nostro, come dei giovani a cui piace organizzare viaggi per giovani e gite scolastiche di classe.
Esponiamo di seguito il nostro pensiero e quello che ci ha spinto a organizzare la CONTROGITA.

Gita Scolastica: esperienza da vivere

Il più importante motivo che ci spinge a organizzare questo viaggio d’istruzione  è la consapevolezza che in gita scolastica si vivono esperienze che hanno un valore per i ragazzi incredibile.

Viaggio d’istruzione e professori

Della gita scolastica ti ricordi tutto, sempre! E’ quel viaggio che uno studente aspetta da anni, il momento di libertà e di condivisione del tutto, lo stacco tra la normalità e lo straordinario che si sente come una puntura di adrenalina.
Il momento della partenza, il posto in bus e poi le ore insieme a cantare, o l’attesa del check in in aeroporto: tutto è pronto a scolpirsi nella mente e a lasciare nei cuori e nei cervelli delle emozioni che non sono ordinarie.

 

Un viaggio d’istruzione con il professore che non è più solo quello che spiega, ma è anche quello con cui condividere uno sguardo, un panino, dei gusti e delle abitudini: quel momento che toglie la barriera che esiste tra uno studente il suo insegnante, o che quantomeno la abbassa. Perchè gli studenti non lo ammetteranno mai, ma sanno perfettamente che il solo fatto che un professore li accompagni in gita, è un attestato di fiducia!

 

La gita di classe da vivere con i compagni

E poi il rapporto tra i compagni di classe: la gita scolastica come gita di classe. E’ nelle stanze di quell’hotel che ci si scopre per quello che si è davvero, è lì che le maschere cadono e che si crea quel piccolo universo in cui tutti sono fondamentali. Si, tutti, anche quello più sfigato: perchè quando ci si trova in un ambiente non usuale, tutti hanno un po’ “paura”, anche il figo di turno o il “Bullo” e quindi tutti hanno bisogno di tutti per sentirsi a casa.

Ed è qui che si sviluppano le relazioni più vere, che si riscoprono le persone e che si creano o fortificano quei legami di amicizia vera che non sono facili da spezzare.

Sentimenti, emozioni, momenti che solo la gita scolastica di classe o il viaggio d’istruzione possono regalare.

Viaggio d’istruzione: vedere, vivere, imparare.

La meta di un viaggio d’istruzione diventa fondamentale quando si inizia a parlare di programma e di cose da vedere, ma anche quando ci si concentra sulle esperienze culturali che un luogo o una città possono offrire.

Non sempre serve ancare molto lontano per capire di trovarsi in un mondo”diverso” e da capire, o nel quale semplicemente adattarsi.
L’imparare o il vedere non sono concetti relativi alle sole attrazioni quali palazzi o musei: siamo convinti che vedere un clochard dormire sotto un portico sia istruttivo quanto vedere la Gioconda al Louvre, perchè siamo convinti che crescere non significhi soltanto essere “colti” ma anche avere la possibilità e la volontà di riflettere su quelli che sono i problemi e le situazioni che colpiscono l’uomo tutti i giorni.

E perchè no: parlare con i mercanti, con i taxisti, chiedere com’è vivere in quel paese, interagire con i ragazzi del luogo per capire cosa ci unisce e cosa ci divide, o semplicemente com’è la vita in un altro luogo.

Ecco la formazione che solo una gita scolastica o un viaggio d’istruzione possono dare. Mescolarsi tra la gente e vivere la cultura locale sono senza dubbio un valore aggiunto incredibile che solo un viaggio può offrire.

Gita scolastica e Viaggio D’istruzione: patrimonio da salvare

Tutto questo però è spesso messo a repentaglio da due grossi problemi:

  1. i soldi: sempre più elevati sono i costi di produzione di queste gite scolastiche dovuti ai trasporti o ai capricci dei professori che fanno lievitare le quote di partecipazione. Inoltre in un periodo di crisi come questo anche delle cifre basse possono essere difficili da reperire da una famiglia normale.
  2. il rifiuto dei professori: le classe sono esagitate, non c’è fiducia reciproca, ma soprattutto non ci sono nè stimoli nè incentivi per gli insegnanti a prendersi quella che, oggettivamente, è una enorme responsabilità. L’abolizione delle diarie ha davvero dato una bastonata alle gite scolastiche che ora sono portate avanti solamente da alcuni insegnanti veramente illuminati che sono disposti gratuitamente a prendersi sulle spalle una responsabilità che non è affatto trascurabile.

Niente Gita Scolastica? Ecco la CONTROGITA: il viaggio d’istruzione alternativo

L’idea della Controgita

Nel 2011 ci siamo inventati la CONTROGITA, il viaggio d’istruzione alternativo.

A seguito della protesta avvenuta in quell’anno da parte dei prof irritati e contrariati dall’abolizione della diaria, abbiamo incontrato un gruppo di rappresentanti di alcune scuole bresciane e con loro abbiamo dato via a questo progetto.

Una gita scolastica senza prof sembrava a tutti una follia, e quando siamo partiti in 100 per Praga, molti erano i perplessi. In primis alcuni professori che avevano giurato battagli agli studenti partecipanti!

 

La Prima Controgita: Praga 2017

Ma quello che successe quell’anno a Praga fu qualcosa di magico.
Ragazzi che venivano da scuole diverse, con diversi orientamenti culturali erano tutti insieme su due pullman per andare a visitare e vivere Praga.
I risultato fu incredibile: un gruppo unito e stupendo che in un batter d’occhio si mise in prima linea per organizzare il divertimento, al punto che la terza sera, con l’aiuto di tutti, riuscimmo ad organizzare un party privato che si trasformò in una festa memorabile.

 

Ricorderemo sempre la prima volta che vercammo il cancello del campo di Terezin.

Non eravamo abituati a vivere certi momenti con i ragazzi, noi che avevamo sempre e solo organizzato viaggi evento per far festa e divertirli, non potevamo pensare che vederli colpiti e interessati potesse essere più emozionante che vederli ballare e saltare.

Controgita: emozioni e relazioni. La chiave di volta.

Ci eravamo accorti dopo pochi kilometri di viaggio che gli avevamo regalato un sogno che ormai pensavano irrealizzabile. E avevamo capito che questo ci aveva regalato il loro rispetto e la loro fiducia: non avrebbero mai fatto nulla contro di noi, perchè noi in quel momento eravamo le persone che avevano permesso loro di fare qualcosa di straordinario e, ormai, quasi inaspettato.

 

La cosa che ci chiediamo è una ed è semplice: perchè non tutti gli insegnanti riescono ad instaurare con i loro studenti un rapporto sincero e vero come quello che abbiamo instaurato noi?

Forse nella risposta a questa domanda c’è il segreto dell’insegnate modello, e della permanenza dei viaggi d’istruzione e delle gite scolastiche come capisaldi dell’istruzione e della formazione degli studenti italiani.

Quest’anno la CONTROGITA arriva alla settima edizione!

Controgita Amsterdam 2017
#tiaprelatesta

CONTROGITA – LA GITA SCOLASTICA ALTERNATIVA

AMSTERDAM 2018

DATE

QUANDO?

PARTENZA in pullman la sera di VENERDÌ 9 FEBBRAIO 2018
RIENTRO in Italia la sera di MARTEDÌ 13 FEBBRAIO

INFO

CONTROGITA 2018 – AMSTERDAM – IL VIAGGIO CHE APRE LA TESTA

LA CONTROGITA – LA GITA SCOLASTICA ALTERNATIVA

Tutti gli studenti sognano, fin dal primo anno del liceo, la gita scolastica.
I momento di unione, di condivisione, scoperta di se stessi e degli altri, di libertà e di follia che si vivono nel viaggio d’istruzione sono inimitabili e imparagonabili.

La scuola italiana, però, è sempre più povera, e per i professori è sempre meno stimolante prendersi la briga, e soprattutto la responsabilità, di accompagnare i ragazzi nell’avventura della gita scolastica

Per risolvere il problema servivano dei pazzi, che puntualmente nel dicembre 2010 si sono incontrati.
Studenti universitari e rappresentanti degli studenti hanno così inventato la CONTROGITA, il viaggio d’istruzione… senza prof.

Il viaggio è accessibile a tutti gli studenti dai 15 anni in su, si svolge durante un “ponte” in modo che si limitino il giorni di assenza, costa meno di una tradizionale gita scolastica e coinvolge studenti di estrazione, origine e orientamento scolastico diverso.

Come è possibile? Semplicemente grazie all’esperienza di COLLEGE, realtà che da anni organizza questa tipologia di viaggio e forma uno staff costituito da giovani prevalentemente universitari che viene formato appositamente per la realizzazione di questi progetti.

L’idea di viaggio unisce una fase culturale approfondita sulle opportunità culturali locali e la giusta dose di socializzazione e divertimento che in un’attività dedicata ai giovani non devono mancare. Divertimento sicuro, ovviamente, fatto di attività e feste organizzate ad hoc per i partecipanti alla CONTROGITA.
E cultura per tutti, perchè per andare incontro alle esigenze di tutti ci saranno dei tempi e delle attività dedicati a ogni specifico ambito disciplinare: scientifico, artistico, linguistico, tecnico.

Ecco la CONTROGITA!
Il viaggio che noi amiamo di più.
Che unisce.
Fa crescere.
Il viaggio che apre la testa!

AMSTERDAM

Immaginate un luogo che unisca l’unicità di un’architettura urbana fuori dal comune, un popolo letteralmente “avanti”, multietnico e tollerante, e una storia lunga e incredibile.
Ecco che vi trovate di fronte Amsterdam: la Venezia del Nord
La capitale olandese è il frutto di molti aspetti storici e culturali.

Primo tra tutti l’eterno rapporto di amore ed odio tra l’uomo e l’acqua: l’amore fatto di porti, navi, floridi mercati e terre fertili; l’odio fatto di inondazioni e di aree paludose.
Ne deriva un gioiello di tecnica idraulica e architettura, fatto di dighe e canali, pompe e mulini a vento, terre strappate al mare e laghi creati da paludi marine.

Le persone, la storia e la cultura hanno invece permesso ad Amsterdam di generare un geniale connubio tra l’essere una delle più trasgressive metropoli europee e il mantenere tutto il suo carattere borghese e ricco generatosi nel Secolo d’oro.

Si passa dalle case-battello o dalle case-palafitte, alle ricche residenze borghesi dello Herengracht, il canale dei signori; dagli antichi mercati alle architetture ipermoderne della zona portuale; dal classicismo della musica da camera e del teatro esibito nel VoldePark, alla libertà data dalla tolleranza nei confronti di tutto e di tutti.
Tolleranza e accoglienza, moltitudine di culture e di etnie, apertura mentale da viaggiatori e da mercanti: questo rende Amsterdam magica e inimitabilie: la città perfetta per un viaggio che apre la testa!

L’AIA

E’ il cuore politico e internazionale dei Paesei Bassi, sede del governo e del parlamento Olandesi e della corte di giustizia internazionale.
L’Aia ha 500 mila abitanti e ben 26.000 sono gli stranieri: un numero decisamente considerevole che si divide tra funzionari delle istituzioni e studenti universitari!
Viva, ricca di bar e locali affollati dove si ritrovano ad ogni ora del giorno e della notte migliaia di giovani, è famosa anche per lo shopping: si susseguono infatti nelle animate viuzze, grandi magazzini di lusso, piccole boutique e tipici negozietti di chincaglierie; inoltre il grande Haagse Markt è il mercato all’aperto più grande d’Europa.

L’Aia è una delle città più straordinarie dell’Olanda, è anche la località balneare più famosa della costa olandese, presso la quale puoi abbronzarti in estate e prendere una boccata d’aria in inverno: non è possibile dire di aver visto l‘Olanda senza aver visitato l’Aia!

MARKEN

Un perfetto esempio del difficile rapporto tra l’umo e l’acqua sorge proprio a pochi kilometri da Amsterdam: un ex villaggio di pescatori, fatto di palafitte di legno!
All’inizio Marken si trovava su un’isola e si sviluppò con la pesca, fino a quando non venne costruita la Afsluitdijk, la grande diga del nord che ne chiuse l’accesso al mare. Tuttavia, Marken ha ancora oggi l’aspetto di un paese di pescatori e di un’isola; nel centro storico si trovano musei, una fabbrica di zoccoli, caffetterie e piccoli negozi che attirano numerosi visitatori che, ogni giorno arrivano a tuffarsi nella storia del popolo Dutch.

ZAANSE SCHANS

Pensate ad un piccolo parco nel quale sono stati recuperati o ricostruiti antichi mulini a vento e abitazioni dutch tipiche del 1700, tutto in legno.
Ecco, questo a Zaanse Schans!

Troveremo all’interno del villaggio una splendida sala degustazione di jenever, un ristorante di Pannenkoeken (tipici Panckake, piatti tipici olandesi) e un produttore di formaggi; sarà possibile visitare i mulini a vento!

CULTURA

AMSTERDAM: CULTURA E INNOVAZIONE TRA I CANALI DELLA VENEZIA DEL NORD

Amsterdam è la meta ideale per un viaggio d’istruzione o per una gita scolastica.
E’ una città dove l’innovazione si vede in ogni dove e dove la cultura si respira.

Proprio la cultura ad Amsterdam ha radici antiche che affondano nella storia del perenne contatto tra terra e acqua, di commercianti di pietre preziose, di intagliatori di diamanti, navigatori e attivisti della finanza.

Il perchè è presto detto: Amsterdam è una città giovanissima, che si sviluppa dal 1300 e, dopo il dominio spagnolo, vive nel 1600 un secolo di grande prosperità dovuto ai grandi scambi commerciali con le Americhe che danno luogo ad un autentico impero coloniale.
La libertà di religione introdotta dal XVI secolo la trasformò al tempo nel rifugio ideale per molti esuli e perseguitati delle guerre di religione: è da qui che ha origine la grande città multiculturale che oggi troviamo, ed è questa l’origine della grandissima apertura culturale della città.

La ricchezza come sappiamo porta sempre ad una crescita artistica e archiettonica.
Ecco perchè il 1600 è l’epoca delle sfide tra i ricchi mercanti a chi costruiva la casa più bella, di Rembrandt e di quel secolo d’oro che vide Amsterdam come capitale indiscussa dell’arte Europea.
Non c’è da stupirsi pertanto se Amsterdam è ancora oggi teatro di innumerevoli gallerie d’arte e progetti architettonici avvenieristici, e se nella sua storia, dopo il grande Rembrandt, ha dato alloggio e ospitalità a grandi artisti europei, primo tra tutti Vincent Van Gogh.

AMSTERDAM DA VEDERE,
DA PEDALERE, DA VIVERE

Attenzione a non sbattere contro qualcuno che vi cammina davanti o contro quanche palo!

Tipico di chi passeggia per Amsterdam è non riuscire a guardare davanti a sè, tanto è attratto dalle architetture, dai canali e dalle particolarità che questa città riesce ad offrire.

Sarete rapiti dalle vetrine dei negozietti vintage, dai bar tradizionali, dalle facciate delle case e dagli antichi ganci, dalle finestre decorate e da tutto quello che questa magnifica città saprà offrire ad ogni sguardo.

AMSTERDAM DEI CANALI

Amsterdam è conosciuta come la Venezia del Nord proprio perchè, si sviluppa su una rete di canali che si sviluppano a semicerchio attorno alla stazione centrale.
La costruzione dei Canali risale al XII secolo e oggi questa parte di Amsterdam è stata riconosciuta dall’UNESCO come patrimonio dell’Umantià.
I principali sono quattro: Singel (il più antico), Herengracht,( il Canale dei Signori, dove trovano sede le case dei ricchi mercanti e costituiscono il Gomito d’Oro), Keizersgracht, (il Canale dell’imperatore ) e Prinsengracht, (Canale del Principe e l’ultimo ad essere realizzato)

Nella cerchia definita da questi canali si trovano 1.500 edifici monumentali dislocati tra i canali e il quartiere Jordaan, cuore pulsante dell’arte e della cultura.

IL CENTRO CITTà

Il centro della città si articola attorno a due punti di riferimento fondamentali:
Il primo è il Damrak, la via principale, il grande viale che collega la Centraal Station alla Piazza Dam.
Sul Damrak, partendo dalla stazione potrete incontrare innumerevoli negozi alla moda e, sulla sinistra, il Palazzo della Borsa, uno dei più antichi reperti della finanza europea.
Arrivati in Piazza Dam potrete vedere il National Monument, obelisco di pietra alto 22 metri che la divide in due: da una parte la piazza è dominata dalla facciata neoclassica del Palazzo Reale (Koninklijk Paleis), e dall’altra dalla Chiesa Nuova (Nieuwe Kerk).

AMSTERDAM APPENA FUORI DAI CANALI

Appena fuori dalla cintura dei canali si trovano diversi quartieri più recenti che hanno subito nel XX secolo evoluzioni etniche e culturali radicali.

De Pijp

per esempio, nasce all’inizio della rivoluzione industriale come quartiere operaio, per diventare di li a poco il quartiere Bohemien, casa di scrittori e intellettuali.
Nel 1940 si trasforma nel quartiere latino di Amsterdam: è qui che buona parte degli immigrati si stabiliscono, regalando a De Pijp l’aspetto multietnico che oggi lo contraddistingue.

Jordaan

Invece nasce come quartiere popolare per accogliere i lavoratori attratti dalla Amsterdam del secolo d’oro.
Nella seconda metà del 1900, Jordaan rischia di scomparire: molti infatti sono i progetti di riqualificazione basati sulla demolizione degli antichi palazzi a favore di nuove strutture.
La rivolta popolare dettata dalla volontà di difenderne il patrimonio storico, lo vide salvato attraverso un recupero svolto soprattutto dalla nuova generazione di artisti che vi si insediò.

Oggi è un bellissimo quartiere residenziale ricco di bellissimi negozi e famoso per lo shopping, per gli Hofjes (giardini interni tradizionali) e per la Nooederkerk, chiesa del XVII secolo e vero simbolo del quartiere. Fa un certo effetto pensare che da queste parti camminò Rembrandt il quale, dopo il suo fallimento, si era stabilito in una casa sul Rozengracht, insieme al figlio Titus e a Hendrikje Stoffels.

AMSTERDAM DEI MUSEI

AMSTERDAM DEI MUSEI

Amsterdam è la meta ideale per un viaggio d’istruzione o per una gita scolastica anche grazie ai suoi oltre 50 musei.

Abbiamo detto che Amsterdam è la città europea che meglio di tute concilia il divertimento con la cultura. La dimostrazione sta nel “contrasto” (che poi ad Amsterdam non è un contrasto, ma solamente la conseguenza dell’apertura mentale della gente) tra la nightlife h24 e la presenza di otre 50 musei.
Il Museumquarteer è l’emblema della vocazione museale di Amsterdam: qui sorgono tra gli altri il Rijksmuseum (museo d’arte nazionale), il museo di Van Gogh, a più grande collezione di opere dell’artista al mondo e lo Stedelijk Museum, raccolta di arte moderna e contemporanea.
A completare il quadro ci sono il NEMO, museo di scienza e tecnica e la casa dell’architettura europea, il famoso ARCAM.

MUSEI DI ARTE

Rijksmuseum

Fu l’architetto olandese Cuijpers a disegnare il palazzo che ospita collezioni di fama internazionale. Vermeer, Avercamp, Hals, Rembrandt sono i nomi più importanti. Qui si trova la celebre “Ronda di notte” di Rembrandt.

Van Gogh Museum

200 dipinti, 500 disegni e più di 700 lettere. Vincent Van Gogh non avrebbe mai potuto immaginare che la sua terra gli avrebbe dedicato un tale onore post mortem, né tanto meno che le sue tele avrebbero potuto assumere un simile valore economico.

Nel “suo” museo tutto quanto ruota, ed ha ruotato, intorno al folle genio della sua mente.

Rembrandthuis

La casa di Rembrandt , risale al XVII secolo ed è stata trasformata in un’esposizione permanente dedicata all’opera e all’epoca del pittore olandese.
Oltre alla collezione di 250 incisioni, è interessante l’infinità di oggettistica collezionata dal grande artista.

ALTRI MUSEI

Casa di Anna Frank

La casa-museo, dedicata alla ragazza ebrea più famosa del mondo, ripercorre la vita della giovane, specialmente gli ultimi giorni prima della deportazione.
All’interno della sala del diario, si può vedere sia l’originale custodito in una teca, sia quello da lei riscritto nel 1944, prima che la polizia nazista la scoprisse.

 

ARCAM (Amsterdam Centre for Architecture)

Un luogo dove le mostre non hanno altro obiettivo che mettere in evidenza i progressi e l’avvenierismo dell’architettura olandese.

NEMO

E’ grande e futuristico Museo di Scienza e Tecnologia d’Olanda, ma senza dubbio uno dei più importanti al mondo.
NEMO è un palazzo a forma di nave progettato da Renzo Piano che custodisce percorsi didattici ed esposizioni deidicate a tutte le fasce di età.

DIVERTIMENTO

AMSTERDAM: TRA BRUIN CAFè
E NIGHTLIFE

Amsterdam è una delle più grandi metropoli europee, e come tutte queste grandi città, non dorme mai!
Ma Amsterdam è diversa dalle altre città perchè la gente gode di quell’apertura mentale che non è banale e non è propria della gente di nessun altro luogo.

Ecco che ad Amsterdam la gente non ha bisogno solo di discoteche per uscire e fare festa.
Le vie e le piazze del centro sono già affollate durante il giorno, ma a partire dalle 17, anziché svuotarsi, si riempiono ancora di più.
Ma cosa accade ad Amsterdam la sera e poi la notte?
Dove vanno le persone del posto, e dove invece sono le zone più turistiche?

BRUIN CAFè

Il lavoro, lo studio, la scuola e gli impegni della quotidianità finiscono e inizia la sera. E quale miglior posto per staccare dalla quotidianità se non un tipico Bruin cafè?
Sono i locali tipici della città, i vecchi pub e bar che con il tempo hanno visto i loro muri imbrunirsi a causa del fumo delle sigarette: le tappezzerie marroncine hanno fatto pensare a questo strano nome.
Quello che la gente cerca un un Bruin Cafè è semplicemente un luogo dove poter chiacchierare e stare insieme gustando una buona birra o mangiando qualcosa.
La maggior parte dei Bruin Café serve birra, vino e jenever, ossia un liquore al ginepro molto forte.
I più antichi sono il Café Hoppe (una parte del qual è anche monumento nazionale) e il Café Chris, che risalgono al 1600.
Impossibile non fermarsi anche solo per una coca cola e godere dell’atmosfera unica di questi locali.

BAR E LOCALI ALLA MODA

Amsterdam è anche il luogo ideale dove trovare ambienti alla moda, con DJ e aperti e fino a tardi. Da provare, per esempio, alcuni lounge bar intorno a Nieuwezujds Voorburgwal (se riuscite a pronunciarlo vi paghiamo un giro!), oppure i posti più tradizionali vicino a Rembrandtplein e Leisplein.

La zona del canale di Singel pullula di locali e bar. Tra i più famosi l’ Odeon Bar (Singel 460) che offre un vista molto romantica sul canale. l’atmosfera ‘vecchia Amsterdam’ settecentesca è affascinante e nello stesso palazzo venne firmato nel 1782 uno dei primi contratti d’assistenza finanziaria olandese alla nuova nazione americana.

Anche lo Spui, la piazza “del popolo” è un importante luogo di ritrovo. Proprio sulla Spuistraat, toviamo il locale Bitterzoet, un misto tra bar e teatro, mentre per i patiti della musica Kamer 401 è il luogo ideale per ritrovarsi.
Ogni giorno, inoltre, i bar di Amsterdam organizzano eventi particolari: dalle cene eco-friendly, agli happy hour, dalle feste a tema ad alcuni Private Party

LA SCENA CLUB

Amsterdam è la patria della musica elettronica e Dance.
Proprio per questo motivo praticamente ogni locale pubblico di Amsterdam è una Dancefloor, dove ogni notte si esibiscono Djs o band.
Moltissimi Bruin Cafè, bar, pub o lounge club, ma anche ristoranti, hanno infatti una pista da ballo allestita perfettamente. Perchè nella patria della dance non può mai mancare un Dj che suoni nelle più perfette condizioni.
Questi locali sono aperti fino alle 3 o le 4 del mattino durante i weekend e fino alle 2 durante la settimana.

A fianco di questi ci sono ovviamente i Club.
La scena dei Club ad Amsterdam è estremamente ampia, eterogenea e accessibile.
Pochi, se non nessuno, sono i locali “fashion”: i Dutch lasciano ad altri la logica del locale super figo da tacchi a spillo e camicia, e soprattutto si preferisce investire su tecnologia e musica, la vera anima del party!
I locali più “in”, tra i quali possiamo nominare l’Escape, mettono dei rigidi vincoli riguardanti l’età (over 21), ma non all’abbigliamento: chiedono semplicemente di non presentarsi sporchi, in tuta o in abiti osceni (ecco…magari il costume da Borat lasciatelo in albergo)…
Altri grandi e famosi club sono il Melkweg, dedicato spessissimo alla musica live, il Panama, il Paradiso e l’Air che offrono ogni sera diverse alternative di serata: dagli studenti party, alla techno, dall’elettronica all’R’n’B.
Da non trascurare l’enorme quantità di party gay friendly in città! Sono spesso le serate migliori di tutte, dove tutti partecipano: il panorama Gay di Amsterdam, uno dei più ampi e belli del mondo, è completamente integrato con la società locale! Pertanto non stupitevi di trovare nei locali delle coppie che vivono la loro relazione pubblicamente.

Amsterdam è la città che comprende tutto e tutti: perchè la sua gente è estremamente aperta. Amsterdam accetta, ma controlla, tutto: dalle trasgressioni alle ideologie.
E’ senza dubbio il luogo in Europa dove è più facile essere se stessi, ma dove è sempre richiesto di seguire la regola fondamentale: il rispetto degli altri!

SISTEMAZIONI

L’hotel dove soggiornerai durante la Controgita

gita-scolastica-amsterdam-controgita-hotel-6
gita-scolastica-amsterdam-controgita-hotel-2
gita-scolastica-amsterdam-controgita-hotel-4
gita-scolastica-amsterdam-controgita-hotel-1

HOSTEL

Valutazione: 7,5/10
Trattamento: BB – pernottamento e colazione
Distanza da Piazza Dam: 3 km
Distanza dalla fermata metro: 500 m
Dimensione: Camere da 8 – 6 – 5 – 4 – 3 posti letto
Descrizione: Hostel modernissimo e studiato sulle esigenze di un pubblico giovane è situato a soli 3 km dalla piazza centrale della città. Le camere sono coloratissime e arredate con letti a castello.
Il ristorante interno ospita spesso mostre d’arte contemporanea. Dispone di un’ampia sala comune dove potrete svagarvi tra biliardino e attività varie. La reception è aperta 24 ore su 24 e la wifi gratuita è a disposizione dei nostri ospiti.

TRASPORTI

Come arrivare ad Amsterdam

viaggio di maturita student village capodanno-in-montagna-giovani-madonna-di-campiglio-bus

IL VIAGGIO IN PULLMAN

Il viaggio di andata e ritorno in pullman è già incluso nel prezzo e comprende anche gli spostamenti da programma per raggiungere il centro della città di Amsterdam e le escursioni fuori dalla città.
Il pullman parte dalle maggiori città del nord e centro Italia:

  • Milano
  • Como
  • Bergamo
  • Brescia
  • Verona
  • Vicenza
  • Padova
  • Cremona
  • Piacenza
  • Parma
  • Modena
  • Bologna

N.B tutte le partenze sono confermate al raggiungimento di almeno 25 partecipanti per ogni città

TRASPORTI ALTERNATIVI

Se preferisci raggiungere Amsterdam in aereo ti scaleremo 70€ dal prezzo della quota base, ma non possiamo garantirti  il servizio pullman per i trasporti in loco.

Ricorda che Ryanair non arriva a Amsterdam, ma a Eindhoven, e dovrai poi prenotare il treno per raggiungere Amsterdam dall’aeroporto di Eindhoven.

L’aeroporto Schipol di Amsterdam è servito da Alitalia, KLM, Easyjet, Vueling, Transavia e dalle maggiori compagnie di bandiera.

PREZZO

QUOTA BASE

  • CAMERA DA 6 POSTI
    289DISPONIBILITÁ TERMINATA
  • CAMERA DA 4 POSTI
    309DISPONIBILITÁ TERMINATA
  • CAMERA DA 3 POSTI
    339DISPONIBILITÁ TERMINATA

LA QUOTA COMPRENDE

Viaggio di andata e ritorno in pullman

Spostamenti in loco in pullman per seguire il programma

3 pernottamenti in hostel

Colazione in Hostel

Bracciale College per convenzioni con bar, locali e discoteche

Programma COLLEGE

Staff di animazione e responsabili COLLEGE

Assistenza del nostro staff 24 ore su 24

Assicurazione medico bagalgio

LA QUOTA NON COMPRENDE

Pranzi e cene

Ingressi in musei a pagamento

Consumazioni in locali e discoteche

Tutto quanto non inserito nella voce ``la quota comprende``

SUPPLEMENTI

Assicurazione Annullamento 30€

Ti permette di annullare il viaggio fino al giorno prima della partenza e di ottenere un rimborso dall’assicurazione

Partenze in pullman da Verona, Vicenza, Padova, Bologna, Parma, Modena, Piacenza, Cremona

DA PAGARE IN LOCO

Pacchetto Disco: 30€

Comprende 3 feste private in 3 dei migliori locali della città.

PERCHÉ LA CONTROGITA?

Perché scegliere la Controgita?

La gita alternativa

I professori non ti portano in gita? Ami viaggiare, scoprire e una sola gita non ti basta? La controgita è da ormai 7 anni la gita alternativa di molti studenti del nord e centro Italia.

4 giorni alla scoperta di una capitale Europea in compagnia dei tuoi compagni di classe, degli amici di sempre e di tantissimi ragazzi provenienti da tutte le scuole d’Italia.

Programma esclusivo

La controgita è l’unica gita che unisce cultura, scoperta e divertimento.
Durante il giorno vi faremo scoprire le attrazioni più belle di Amstardam, ti faremo visitare i musei che più vi interessano, ti racconteremo la storia dei Paesi Bassi. Svilupperemo il programma in base ai tuoi interessi: arte, scienze, cinema, ambiente sono solo alcuni dei temi che tratteremo durante il viaggio.
E la sera organizzeremo per voi feste a tema, serate in discoteca e una grande festa di Carnevale.

Il nostro Staff sempre al tuo fianco

Il nostro Staff di animatori e responsabili sarà sempre al tuo fianco!
Ragazzi dai 21 ai 34 anni, specializzati in viaggi per giovani, che ti accompagneranno alla scoperta della città, sapranno consigliarti i bar e i ristoranti migliori, ti spiegheranno in modo semplice storia, cultura e tradizioni dei Paesi Bassi, ma soprattutto saranno con te anche la sera durante le feste e le serate in discoteca.

Saranno sempre a disposizione per chiarire ogni tuo dubbio o perplessità, per risolvere problemi e farti vivere al meglio questo viaggio.

Nuove amicizie

La controgita è un’ottima occasione per conoscere e creare nuovi legami con ragazzi provenienti da altre scuole e altre città.

Possono partecipare alla controgita tutti gli studenti dai 15 ai 20 anni.

CONTATTI

INFOLINE
+39 329 5993166

WHATSAPP
+39 329 5993166

MAIL
viaggi@wehavefun.it

BOOKING OFFICE
Agenzia Prima Classe Tour & Viaggi
Via Don Vender, 34 – 25127 Brescia

ORARI DI APERTURA
LUNEDÌ
15.00 / 19.00
MARTEDÌ-VENERDÌ
09.30 / 12.30 e 15.00 / 19.00
SABATO
Su appuntamento

COME PRENOTARE

CONTATTACI

Contatta l’ufficio booking al numero 329 5993166 (anche Whatsapp) per assicurarti che ci siano ancora posti disponibili.

PRENOTA ORA

Clicca sul tasto PRENOTA ORA e compila il form con tutti i dati dei partecipanti

PAGAMENTO

Effettua il pagamento dell’acconto tramite bonifico bancario entro 48 ore dall’invio dei dati.

CONFERMA

L’Ufficio Booking ti invierà una mail di conferma della prenotazione.

SALDO

Entro 30 giorni dalla partenza dovrai effettuare il pagamento del saldo

MAIL

5 giorni prima della partenza riceverai la mail di convocazione con i dettagli definitivi del viaggio.

SI PARTE!

Prepara la valigia, la tua vacanza sta per cominciare!